previous arrow
next arrow
Slider

Per un amante della lettura leggere un libro che parla di libri è un pò come guidare la Ferrari di Alonso a Monza per un appassionato di F1GP2 o fare una partita al Bernabeu in notturna per un giocatore di Subbuteo, per me praticamente il massimo.
Di questo autore avevo letto un paio di libri, molto tempo fa, dei quali ho ricordi contrastanti: di uno belli belli, dell’altro ai limiti dell’irritante, ma la trama di questo, la sua mole ridotta e soprattutto i pareri sull’autore ricevuti da poco mi hanno tolto ogni indugio ad aprirlo.
Mr. Gwyn è decisamente un personaggio fuori dagli schemi, di quelli che non esitano a mettersi in discussione e a rivoluzionare la propria esistenza, di quelli dei quali mi piace leggerne nei libri e dei quali, quando per caso mi capita di incontrarne un esemplare lungo il mio cammino, ne studio profondamente le attitudini cercando di assorbire il più possibile dalle esperienze del vissuto.
Il racconto è strutturato molto bene, la storia costruita in modo geniale, la scrittura è più che mai scorrevole e, purtroppo, la fine del libro arriva troppo presto… inaspettata, imprevista ma, per certi versi, inevitabile.
Non voglio accennare nulla più del fatto che il protagonista, uno scrittore di discreto successo, decide ad un certo punto di smettere questa attività, di prendersi una pausa dalla sua vita pensando a cosa fare negli anni a venire, cercando nuovi stimoli. Ha una sola strana idea in testa: fare il copista. Ma grazie anche al consiglio di una sua amica un pò particolare cambia idea e…

Un consiglio: leggete questo libro con molta calma, come ho già detto finisce presto ed è uno di quei libri che una volta chiuso mi ha lasciato quell’amaro in bocca per cui avrei voluto che durasse altre duecento pagine e quella senzazione come di… solitudine.

Da leggere ascoltando: se come Mr. Gwyn conoscete un compositore che può farvi un loop ambient che dura ore e ore (…) siete già a posto, diversamente vi consiglio ‘Ridatemi le nuvole‘ di Simona Barbieri Mckenzie, dolce, etereo ed inafferrabile come il protagonista.

Write A Comment

Pin It